Cosa vi piacerebbe sapere?

Standard

Come posso aiutarvi? Ditemi, cercate qualche idea di mobili? Un modello? Una ricetta?

Chiedetemi…..

Annunci

»

  1. Ciao, devo complimentarmi per il tuo blog, mi sta tornando molto utile.
    Però avrei una richiesta da farti, avrei urgentemente bisogno di sapere tutto su come stendere il gesso, dalla diluizione ad ogni minimo passaggio. Io ho comprato del gesso a base acqua è molto denso e non so se devo diluirlo con acqua o se sia un gesso particolare che rimane così denso. Per farti capire è paragonabile alla consistenza dello stucco in pasta, forse anche un pochino più denso. cosa devo fare? dovrei dipingere un armadio in finto legno.con colori acrilici e pensavo di passare prima una mano di gesso, però non so minimamente come usarlo. per favore!!!!!grazie

    • Ciao, sono contenta di esserti utile, grazie per i complimenti.
      Se hai comprato un gesso pronto acrilico è normalissimo che sia denso. Direi come un formaggio fresco. Pero’ non è detto che non puoi allungarlo con un po’ di acqua, dipende dal legno, se è molto assorbente stendilo pure cosi’ cosi’. Se hai paura di sbagliare, tranquillo, allunga con acqua e poi se c’è bisogno di una seconda mano. Ricordati che si deve evitare di “bagnare” un legno. Quindi, un po’ di cqua.
      Sempre a seconda del legno, se vedo che assorbirà molto, io stendo prima una mano di colla calda (è il top!). Le spiegazioni si trovano nel mio blog ma rapidamente : se è un lavoro pregiato, colla di coniglio, una misura a mettere a bagno in 10 misure di acqua , una notte che si deve sciogliere; poi si riscalda (non fare bollire!!!) a bagno maria e si stende, una mano o più, scarteggiando tra di esse, poi, si stende il gesso, si scarteggia benissimo e si dipinge. Si puo’ usare la colla vinilica da diluire con acqua fino ad ottenere un latte, (deve appiccicare quando ne perndi tra le dita) io lo riscaldo anche, e si procede come sopra.

      Buon lavoro!

  2. mitica, mi hai risposto all’istante, non ci speravo sinceramente, dato che hai scritto di andare in vacanza. Approfitto ancora un pochino della tua disponibilità se non ti secca. Se passassi l’aggrappante prima del gesso, sul gesso e dopo a fine pittura?o anche solo in una di queste fasi? che mi dici? perchè mi trovo ad avere dell’aggrappante e non so se per caso possa essermi utile in una delle varie fasi. grazie ancora

    • bè si’ infatti vado via fra qualche giorno…
      L’aggrappante!!! Ma non ce ne bisogno! il gesso in un senso è già aggrappante, e poi …a fine pittura??? capisco bene? vuoi stendere dell’aggrappante dopo la pittura?
      Non serve assolutamente, se usi la colla, il gesso….Poi, io ti ho indicato dei prodotti ecologici, non credo che il tuo aggrappante sia ecologico.

      Se usi un aggrappante non c’è bisogno ne di colla ne di gesso, pero’che peccato ! Ti sono stata utile?
      Grazie per la visita.

  3. ah, ok. Grazie, ancora una volta mi sei stata utile. Anche io solitamente cerco di essere, diciamo, più ecologico possibile. però questo aggrappante ce l’ho gia pronto, ne ho 2 bottiglie avanzate da un lavoro fatto in esterno, un murales ad acrilico. Su muri esterni torna molto utile, sia per creare una base qualora la parete non fosse delle migliori, sia alla fine di tutto perchè protegge i colori da umidità, pioggia, sole, ecc. se in esterno, o dai vapori dai fumi e grassi se è in interno.. Pensavo che trattandosi di un armadio, che comunque è un oggetto che entra spesso contatto con la persona, o su comunque si può sfregare in qualche modo, una passata di aggrappante alla fine potesse servire come uteriore protezione. comunque grazie ancora per la tua tempestività e disponibilità.
    La risposta è SI, mi sei stata utie ache ‘sta volta! spero di non doverti disturbare ancora fino al tuo ritorno dalle vacanze. grazie mille e ovviamente buone vacanze

    • scusa,
      non so perchè ero fissato con un prodotto sintetico e poi, scema non ho pensato alle dimensioni….sai questo è un blog artistico…
      comunque, va benissimo l’aggrapante all’acqua, che sarebbe una cementita…
      le mie ricette vanno bene per chi fa un”capolavoro” 🙂 Se il tuo armadio è finto legno….se magari la superficie non assorbe, devi mettere la cementita…scusami ancora…sono stata un po’ rapida

      • diciamo che non ho capito benissimo il tuo ultimo messaggio.
        Riniziamo tutto da capo: io devo fare un disegno in scale di grigio su un aromadio, è la riproduzione di una fotografia. L’armadio è in finto legno, di quello anni 50 o 60 credo. Per farti capire è di quelli fatti con due lamine di finto legno o di compensato esternamente e da una struttura a nido d’ape all’interno. Mettendo la colla mi sono accorto che ha un alto grado di asorbenza, quindi mi viene da pensare che la lamina esterna sia in compensato più che in finto legno. Ora dovrei passare il gesso. però con l’ultimo messaggio che hai scritto mi hai un pochino confuso. io con il legno sono alle prime armi, non ho mai fatto lavori su materiali lignei o pseudo lignei. Mi chiariresti meglio per favore?

  4. scusami ma l’ultimo messaggio non l’ho capito granchè. pensavo anche di aver gia riscritto invece vengo a controllare sec’è la tua risposta e mi accorgo che il mio commento non c’è. quindi ti ridico. Io devo fare un disegno su un armadio, si tratta della riproduzione di una fotografia in bianco e nero. le dimensioni puoi immaginarle, devo comprir interamente l’armadio. un armadio da circa 3 metri di larguezza per due di altezza. il materiale penso sia compensato. io seguendo il tuo consiglio ho coperto con la colla, però ora non ho capitro se mi dici che è meglio l’aggrappante, e se così fosse, posso ancora metterlo, anche se ho gia steso lo strato di colla vinilica? grazie

    • Ciao,

      Adesso sono davvero in ferie ma non voglio lasciarti nel dubbio :
      visto le dimensioni delll’armadio, visto che non mi sembra tu voglia fare un opera d’arte, mi è sembrato inutile farti procedere con una tecnica da “ebenisti” per mobili di preggio..ecco perché ti dico va benissimo l’aggrappante (se è per legno)…sarà infatti più facile e più rapido perché una mano di aggrappante dovrebbe bastare, invece, con il gesso, forse ci vogliono più mani, scarteggiare ecc…
      Devi solo scegliere la tecnica! Anche se hai messo la colla vinilica puoi procedere con l’aggrappante…E più chiaro? Dimmi cosa hai scelto ok? Ciao

  5. ciao è la prima volta che capito in questo blog..davvero molto bello…io sono alla prime armi ma mi piacerebbe imparare…ho intenzione di costruire una casetta delle barbie per mia nipote che ha appena un anno…(quindi ho tuuuuutto il tempo 😀 ) …qual è il procedimento migliore secondo te? cartoni e gesso? vorrei realizzare una cosa carina senza però spendere in costosi attrezzi e roba varia..i cartoni li ho già messi da parte…sono di varia misura…
    lo stile della casetta lo intendo come quello della fotografia fatta da te… a più piani….poi per l’arredamento non c’è problema…so già cosa fare 😀
    grazie in anticipo!!!!

    • Ciao,

      Cartone e gesso vanno benissimo ma potresti anche ricoprirlo di carta riso di un certo spessore e poi dipingere sopra. Per il tetto, potresti ricoprirlo con pezzetti di cartone per dare l’impressione che siano tegole (svuotandone la parte interna e dandogli la forma curva delle tegole di una volta), in tal caso niente gesso..In più del gesso, del intonaco anche per imitare una vera facciata…le possibilita sono infinite..
      Buon lavoro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...